FILO DIRETTO CON LALIBELA!

DIRECT LINE WITH LALIBELA!

La corrispondenza con Lalibela è stata fitta in questo periodo. Vi ricordate di Maria? La ragazzina che ho conosciuto durante il mio ultimo viaggio in Etiopia. Maria ha scoperto che sua madre è malata e nelle sue belle parole traspare la disperazione, la disperazione di una ragazzina preoccupata, molto preoccupata e bisognosa.

The correspondence with Lalibela was dense in this period. Do you remember Maria? The little girl I met on my last trip to Ethiopia. Maria has discovered that her mother is sick and in her beautiful words the despair, the despair of a worried, very worried and needy girl shines through.

La madre è ricoverata da un paio di mesi, una lunga attesa senza medicine a disposizione… e purtroppo a causa del coronavirus Maria non può andare a trovarla. Non è consentito l’accesso nell’ospedale, proprio come è successo da noi durante la quarantena.
Per quanto riguarda il Covid-19, in Etiopia la situazione sembra essere sotto controllo, e il contagio sembra circoscritto alla sola capitale, tuttavia le autorità stanno prendendo le dovute precauzioni in tutto il paese. Immagino sia in un ospedale come quello che ho visto durante il mio viaggio: un cortile porticato, bagni in muratura all’esterno, un’ambulanza, un rimessaggio esterno

The mother has been hospitalized for a couple of months, a long wait with no medicines available … and unfortunately due to the coronavirus Maria cannot go to see her. Access to the hospital is not allowed, just as happened by us during the quarantine.
As for Covid-19, in Ethiopia the situation seems to be under control, and the infection seems limited to the capital alone, however precautions are being taken throughout the country. I guess it’s what I saw on my trip to a hospital: a porticoed courtyard, brick bathrooms outside, an ambulance, an external storage

Anche le scuole sono chiuse, e Maria studia da casa i molteplici compiti che le hanno assegnato per ognuna delle undici materie: Inglese, Amarico, biologia, chimica, storia, civica, fisica, matematica, HPE, geografia, ICT. E ripenso a quei bellissimi fiumi azzurri per le vie, all’ora dell’uscita dalle scuole.

The schools are also closed, and Maria studies from home the many tasks that have assigned her for each of the eleven subjects: English, Amharic, biology, chemistry, history, civic, physics, math, HPE, geography, ICT. And I think back to those beautiful blue rivers in the streets, at the time of leaving school.

La sua materia preferita è biologia perché vuole diventare veterinaria. Non si deve pensare al dottore di animali da compagnia, ma è un lavoro molto importante soprattutto per gli animali da cortile, da allevamento e da trasporto, sui quali è basata una buona parte dell’economia del paese.

Her favorite subject is biology because she wants to become a veterinarian. You don’t have to think about the pet doctor but it is a very important job especially for farmyard, farm and transport animals on which a good part of the country’s economy is based.

Dunque Maria aspetta a casa notizie della madre, con i suoi tre fratellini, di dieci, otto e tre anni; una gatta bianca e nera; due ciuchi per il trasporto; tre pecore per ricavarne prodotti e/o allevarle per venderle. Del padre non dice niente e io non chiedo niente… nel suo paese succede spesso che la sorella maggiore si prende cura dei fratellini.

So Maria is waiting for news of her mother at home, with her three little brothers, ten, eight and three years old; a black and white cat; two donkeys for transport; three sheep to obtain products and / or breed them to sell them. She doesn’t say anything about her father and I don’t ask for anything … in her country it often happens that her older sister takes care of her siblings.

Molto tempo lo passa in chiesa, a pregare, prega molto, me lo ha sempre scritto in ogni messaggio dall’inizio della nostra corrispondenza. D’altra parte si sa che la fede occupa da sempre un ruolo centrale nella vita degli etiopi. E Maria è fortunata ad abitare proprio in una città di pellegrinaggio così importante e ad avere a disposizione le bellissime chiese rupestri. Quando ci sono stata io, ricordo lunghe file di fedeli fuori dalle chiese, dentro le chiese, e per le vie; adesso invece solo le anime del posto, nessun altro, nessun pellegrino, nessun turista, tutto contingentato a causa del covid, mi racconta Maria.

She spends a lot of time in church, praying, praying a lot, she has always written it to me in every message since the beginning of our correspondence. On the other hand, it’s known that faith has always played a central role in the life of Ethiopians. And Maria is lucky to live in such an important pilgrimage city and to have the beautiful rock churches available. When I was there, I remember long line of faithfuls outside the churches, inside the churches, and in the streets; now instead only the souls of the place, no one else, no pilgrim, no tourist, all contingent because of the covid, Maria tells me.

Maria mi scrive che mangiano Enjera a tutti i pasti, la compra fuori dal paese perchè c’è un posto che le vende a buon mercato. Io ricordo le mie numerose Enjere assaggiate in viaggio, con mille condimenti e spezie; ma lei contenta e soddisfatta, mi manda questa foto, quindi presumo che sia questo tutto il pasto.

Maria tells me that they eat Enjera at all meals, she buys it outside the country because there is a place that sells it cheaply. I remember my many Enjere tasted on the go, with a thousand seasonings and spices; but she happy and satisfied, she sends me this photo, so I assume this is the whole meal.

L’Enjera è il piatto base della cucina etiope e viene preparata con la farina di teff, un cereale originario degli altopiani etiopici. (ricetta: con farina e acqua si ottiene un impasto cremoso che viene lasciato fermentare per 24 ore; per la cottura viene versato e spalmato su larghe piastre scaldate, chiuse da un coperchio, in modo che il calore sia più forte sul lato inferiore a contatto con la piastra e più diffuso sul lato superiore. In pochi minuti di cottura si ottiene una larga crêpe spugnosa di colore grigiastro, con numerose bollicine e un sapore leggermente acidulo, dovuti alla fermentazione.)

Enjera is the basic dish of Ethiopian cuisine and is prepared with teff flour, a cereal originally from the Ethiopian highlands. (recipe: with flour and water a creamy dough is obtained which is left to ferment for 24 hours; for cooking it is poured and spread on large heated plates, closed by a lid, so that the heat is stronger on the lower side in contact with the plate and more diffused on the upper side. In a few minutes of cooking a large spongy crepe of grayish color is obtained, with numerous bubbles and a slightly acidic taste, due to fermentation.)

Mi si è “accartocciato” il cuore a saperla in questa situazione e, pur essendo molto lontana, ho fatto del mio meglio per tranquillizzarla e starle il più vicino possibile. Grazie al cellulare di sua cugina, siamo state e siamo in contatto quotidiano. Possiamo dire un filo diretto Prato-Lalibela.

My heart “crumpled” to know her in this situation and, even though she was very far away, I did my best to calm her and stay as close as possible. Thanks to her cousin’s cell phone, we have been and are in daily contact. We can say a direct line Prato-Lalibela.

E poi finalmente buone notizie,  dopo un paio di mesi sono arrivate le medicine, nella città di Dessie a circa 300 km di distanza, e Maria felicissima parte con lo zio per andare a comprarle.

Finally after a couple of months the medicines arrived, in the city of Dessie about 300 km away, and Maria is very happy to go with her uncle to go and buy it.

Buona vita a tutti, nell’attesa di avere nuove buone notizie!

Good life to all, waiting new good news!

Per chi ha perso l’incontro con Maria, ecco qua i link:
Notizie da Lalibela!
A Lalibela con San Giorgio e Maria

For those who have missed the meeting with Maria, here are the links:
News from Lalibela!
In Lalibela with Saint George and Maria

Libri che consiglio:

“Lalibela. Cronaca di una magia.” Sebastiano Cocuzza
“La luce assoluta dell’Etiopia. Esperienze di montagnaterapia” Marco Saverio Loperfido
“In Etiopia con un mulo” Murphy Dervla

Book I recomend:

“In Ethiopia With a Mule” Murphy Dervla
“La luce assoluta dell’Etiopia. Esperienze di montagnaterapia” Marco Saverio Loperfido
“In Etiopia con un mulo” Murphy Dervla